È di nuovo quel momento dell’anno per pensare al futuro del lavoro

È di nuovo quel momento dell’anno in cui vi consigliamo di prendere parte alla discussione sul futuro del lavoro nel modo meno convenzionale possibile.
È infatti tempo di pensare all’Ohana Meetup che torna in presenza il prossimo 25 e 26 giugno. Dove? Come al solito, il luogo sarà scelto in base alla provenienza degli iscritti. Il consiglio (per scherzare, ma mica tanto) è invitare quante più persone vicine così da assicurarsi di non fare troppa strada.

Cosa è l’Ohana Meetup?

L’Ohana Meetup è un abilitatore dell’ecosistema per l’intera tribù di professionisti, rivoluzionari, agenti del cambiamento, persone appassionate che vogliono far evolvere il mondo (del lavoro)”. Questo è quello che puoi leggere sul sito ufficiale dell’evento.

Per esperienza personale ti posso dire che l’Ohana Meetup è un incontro di due giorni che permette a tutti i partecipanti di discutere in modo totalmente libero e appassionato del futuro del mondo del lavoro. Se pensi quindi di essere un vero e proprio agente del cambiamento, durante l’Ohana avrai modo di incontrare tanti che come te desiderano e lavorano affinché ciò avvenga. E non ci sono limiti di professioni (essere interessatə all’argomento basta) o di preparazione. Per capire l’atmosfera è necessario esserci, ma dare un’occhiata al video della passata stagione può aiutare.

Come partecipare all’Ohana Meetup?

L’Ohana Meetup è promosso da Cocoon Project, azienda specializzata nell’evoluzione del mondo del lavoro ormai da dieci anni. Uno dei founder (Stelio Verzera) è stato spesso ospite di Start Me Up. Anche per l’edizione 2021 dell’Ohana Meetup sono previsti due biglietti.

  • Biglietto Ohana Party 80€ + IVA

Il biglietto “Ohana Party” ti dà la possibilità di accedere all’intero evento. Occhio che le vendite terminano il 9 maggio.

  • Biglietto Ohana Supporter 10€ + IVA

Il ticket “Ohana Supporter” ti consente di supportare l’evento anche se non puoi essere presente. Se però in seguito dovessi liberarti e decidi di partecipare, puoi cambiare il tuo biglietto in uno “Ohana Party”. Puoi effettuare il cambio fino a 1 mese prima dell’evento (entro e non oltre il 28 maggio alle 23:59).

L’Ohana Meetup è un evento internazionale e si svolgerà in lingua inglese.

Tutti i dettagli sulle condizioni di vendita e il resto delle informazioni sono sul sito ufficiale dell’evento.

Quattro lavori da consigliare a chi ama programmare

Programmare è la tua passione? Sei alla ricerca di un lavoro che valorizzi le tue qualità di developer? Dai un’occhiata a queste quattro offerte proposte da aziende che conosciamo bene.

ludwig cerca un Mid-Senior Frontend Developer

ludwig è il motore di ricerca che permette di confrontare la frase che si sta scrivendo in inglese con tanti esempi presi da fonti attendibili. Un anno fa circa i due co-founder Roberta Pellegrino e Federico Papa hanno raccontato durante un appuntamento di Casi Studio come l’interesse verso questa startup stia crescendo sempre più. Non stupisce quindi che in queste settimane il team sia alla ricerca di un Mid-Senior Frontend Developer.

Scopri tutte le caratteristiche richieste per candidarsi per questa posizione.

Virtuoso cerca un iOS Engineer (Italian Speaking)

Non è la prima volta che parliamo di Healthy Virtuoso e non è neanche la prima volta che questa startup viene citata all’interno di un numero di bacheca. Con il cuore diviso tra la Sardegne e la Lombardia Healthy Virtuoso è una delle realtà più promettenti del panorama startup italiano. Il loro prodotto, lo ricordiamo, è l’app che ti permette di migliorare i tuoi comportanti attraverso sfide online.

In queste settimane il team è alla ricerca di un iOS Engineer di lingua italiana. Trovi la descrizione della posizione sul profilo Linkedin dell’azienda.

Kineton cerca un Front End Developer

A proposito di belle realtà per cui lavorare Kineton è una di quelle aziende per cui abbiamo perso la testa. Ci è bastato registrare l’intervista a Angelo Ferraro per scoprire l’attenzione che questa azienda con una sede (tra le altre) in Campania ha per i propri dipendenti. Per questo motivo se sei un Front End Developer non dovresti lasciarti scappare l’opportunità di poter lavorare per loro.

Leggi le specifiche richieste per questa posizione.

Ardeek cerca un full-stack developer

Gli amici di Ardeek da sempre partner tecnico di Start Me Up sono alle prese con una serie di cambiamenti. Dopo aver lavorato al nuovo logo (bellissimo!) adesso sono alle prese con il team. Stanno cercando un full-stack developer con i super poteri! Leggi i requisiti e non perdere la possibilità di poter lavorare al fianco di un team di professionisti composto da persone di valore.

Qui le caratteristiche richieste per candidarsi.

Trovato qualcosa di interessante? Non tenertelo per te, condividi questo articolo con chi ama programmare!

Immagine di copertina KOBU Agency via Unsplash

Quattro risorse per gestire il cambiamento nel mondo del lavoro

Le imprese cambiano, crescono e si modificano nel tempo. Naturalmente lo fanno solo se chi le guida è capace di gestire il cambiamento nel mondo del lavoro. Queste modifiche si basano su intuizioni personali e le richieste del mercato. Per questo motivo in questo nuovo numero di Grow up abbiamo messo insieme una serie di risorse utili alle imprese ma soprattutto a chi nelle imprese ci lavora.

Strumenti utili per affrontare le sfide del cambiamento del mondo del lavoro.

Si parte da Changers, la nuova community online fondata da Alessandro Rimassa focalizzata sul futuro del mondo del lavoro con l’obiettivo di migliorare la vita non solo lavorativa di tante persone.

C’è poi Marco Imperato che gli ascoltatori di Start Me Up conoscono bene (per questo e questo motivo) che ha da poco reso disponibile un kit dove ha concentrato tutto il sapere riguardo la metodologia Agile accumulato in questi anni da Product Heroes. Il kit è uno strumento utile a chi vuole migliorare i processi interni della propria azienda e affrontare al meglio il cambiamento nel mondo del lavoro.

Durante l’ultimo Casi Studio con Andrea Paoletti abbiamo sottolineato l’importanza della responsabilità sociale di impresa, non più un vezzo per fortuna ma un vero e proprio requisito per chi guida un’azienda. A questo proposito vi forniamo un toolkit che vi aiuterà a definire la responsabilità sociale della vostra impresa.

Se c’è qualcosa di cui non possiamo fare a meno è l’arte. Per aiutarci a capire meglio soprattutto quella contemporanea, il MOMA ha rilasciato una serie di lezioni e risorse per esplorare questo affascinante mondo. Solo con una mente aperta e consapevole di ogni tipo di linguaggio sapremo affrontare le sfide che ci metterà dinanzi il cambiamento del mondo del lavoro.

Ecco in dettaglio le risorse fin qui elencate.

Changers – Alessandro Rimassa

Changers: cambiamento nel mondo del lavoro

Alessandro Rimassa co-founder di Talent Garden Innovation School, esperto di innovazione e startup, scrittore best seller con Generazione Mille Euro, si sta concentrando sul tema del Futuro del Lavoro. Ha da poco dato vita ad una nuova community online, “Changers”, cui mission è “aiutare le persone a lavorare meglio, alzare la qualità della vita di un lavoratore e creare ambienti di lavoro in cui le persone possano essere felici”.

  • Lingua: Italiano
  • Accesso: Gratuito
  • Per chi vuole crescere e svilupparsi professionalmente.
  • Info: sito e Gruppo Facebook

Agile Starter Kit – Product Heroes

Agile kit by Product Heroes: cambiamento nel mondo del lavoro

Oltre 100 Pagine di Guide, Framework e PDF su Agile.

 Per chi sta iniziando adesso o per chi vuole perfezionare i propri processi Agile grazie all’esperienza di chi “ha già visto il film tante volte”.

 È il contributo di Product Heroes per la trasformazione che molte aziende italiane hanno intrapreso per reimmaginare la propria organizzazione.

  • Lingua: Italiano
  • Accesso: Gratuito
  • Per chi vuole scoprire o perfezionare i processi agile all’interno della propria azienda o del proprio lavoro
  • Info: productheroes.it

The Responsible Brand Toolkit

Responsible Brand: cambiamento nel mondo del lavoro

Anche nel mondo del business, la responsabilità sociale d’impresa (o CSR) non è più un’opzione ma un requisito. Questo toolkit comprende 52 pagine di esercizi per definire la tua cultura di impresa, la strategia di business e il tuo brand marketing.

  • Lingua: Inglese
  • Accesso: offerta libera/Gratuito
  • Per chi sta iniziando o ridefinendo un business, team leaders, imprenditori, designer.
  • Info: gumroad.com/l/responsiblebrand

MOMA LEARNING

MOMA learning per il cambiamento nel mondo del lavoro

Il Museum of Modern Art oltre a proporre una visione d’insieme dell’arte moderna e contemporanea mondiale attraverso le sue esibizioni, offre gratuitamente risorse e strategie per chiunque voglia saperne di più ed interagire attivamente con l’arte attraverso il MOMA LEARNING ed i corsi online presenti su Coursera.

Le risorse sono state selezionate per noi da Thamara Emanuele, appassionata di crescita aziendale, talent management e sostenitrice della prima ora di Start Me Up.

Condividi questo articolo con a chi pensi possa tornare utile.

Foto di copertina di Daria Nepriakhina via Unsplash

Lavorare meno ore a settimana per lavorare di più (e meglio)

Quale periodo migliore per parlare di lavorare di meno se non la settimana centrale di agosto? Non prendeteci per scansafatiche (o tanto meno provinciali) ma in questo episodio di Spam – è tutto grasso che cola, Fabio ci racconta di “4 day week” progetto partito dalla Nuova Zelanda che vuole ridurre la settimana lavorativa a quattro giorni.

Se pensate sia un’idea assurda ascoltate questo podcast e iniziate a pensare a cosa potreste fare con un giorno in più a vostra disposizione.

Spam – è tutto grasso che cola

Spam tutto grasso che cola - podcast copertina: oggi si parla di social network

Un podcast minimale e settimanale che si concentra su un particolare tema. Ogni lunedì Fabio parla di qualcosa che ha che fare con il mondo dell’innovazione (e anche un po’ del Sud Italia, ma non solo), solo per il gusto di parlarne.

Spam è come il grasso che, colando, dà il gusto alle cose. Ed è anche qualcosa di indesiderato, non richiesto, che arriva prepotente nelle vostre caselle mail. Sta a voi prendervi il coraggio di accettarlo e ascoltarlo.

Spam si ascolta solo tramite Patreon ed è riservato a chi dona almeno 10$ al mese.

La foto di copertina è di Morning Brew on Unsplash.

Otto aziende che offrono un lavoro in questo momento

Ogni giorno sul nostro gruppo facebook raccogliamo le offerte delle aziende che offrono un lavoro. Le pubblichiamo con l’hashtag #unlavoroalgiorno e solo i membri del gruppo possono vederle per primi. Ogni mese poi raggruppiamo le principali su bacheca, la rubrica di Start Me Up per chi è alla ricerca di lavoro. Se sei una azienda o una startup che è alla ricerca di nuovo personale e vuoi usare i nostri canali, scrivici!

Qui trovate le otto aziende che offrono un lavoro in questo momento*:

Pharmap cerca un sales support manager

logo di Pharmap 4ksrl, startup innovativa che nel 2016 ha sviluppato Pharmap, sta cercando un sales support manager da inserire nei team della sede operativa di Palermo. Oggi Pharmap può contare un network di più di 1500 farmacie ed una copertura di più di 150 città.

Tutti i dettagli dell’offerta https://bit.ly/pharmap_salesmanager

Illimity cerca più di una figura da inserire nel team tecnico

Il logo di IllimityIllimity, la banca online fondata da Corrado Passera, è alla ricerca di parecchie figure professionali da inserire all’interno dell’azienda.

Sono tutte elencate qui: careers.illimity.com

Hello, cerca un art supervisor, ma non solo

Logo di Hello

Hello, è un’agenzia creativa nata ad inizio 2019 ma che ha già all’attivo tanti progetti interessanti. Sul sito trovate una serie di posizioni aperte.

Questa dell’art supervisor è la più recente in termini di pubblicazionethisishello.it/art-supervisor

Sorint è alla ricerca di un Linux System Engineer

Il logo di Sorint Lab

Sorint, azienda specializzata in consulenza IT con clienti italiani ed all’estero è alla ricerca di un Linux System Engineer. Sede di lavoro: Parma.

Il resto delle informazioni: www.sorint.it

Zurich sta cercando un referente per il proprio canale aggregatori

Logo di Zurich

La compagnia di assicurazioni Zurich sta cercando un referente per il proprio canale aggregatoriL’offerta di lavoro è a tempo pieno e la sede è Milano.

Il resto dei dettagli qui: linkedin.com/jobs/view

Allianz sta cercando una figura che nell’ambito della Direzione Health

Logo di AllianzAllianz sta cercando una figura che nell’ambito della Direzione Health sarà responsabile di alcune attività tra cui supporto nella stesura di requisiti funzionali/business requirement per evoluzione/customizzazione della piattaforma TPA e raccolta delle esigenze da altre unità Health in termini di sviluppi/estrazioni da comunicare ad IT.

Tutti i dettagli: linkedin.com/jobs/view

 ufirst è alla ricerca di diverse figure da inserire in azienda

ufisrt_logo

ufirst è l’app gratuita che ti permette di fare la fila da remoto. Il team che l’ha creata alla ricerche di diverse figure da inserire in azienda.

Sono tutte elencate qui: ufirst.business/aziende/jobs

Nuvolari è alla ricerca di un SEO Specialist

Il logo di Nuvolari

Nuvolari vanta oltre 30 anni di esperienza nel settore dell’abbigliamento. L’azienda è alla ricerca di un SEO Specialist nella zona di Roma che possa prendersi cura del sito nuvolari.biz.

Maggiori informazioni su: linkedin.com/jobs

Ascolta Start Me Up dove e quando vuoi

*Gli annunci sono stati pubblicati dalle aziende attraverso i loro canali: noi ci limitiamo a riportare quanto scritto. Non percepiamo percentuali e non ci assumiamo la responsabilità di eventuali discrepanze tra quanto scritto nell’offerta e quanto poi venga offerto concretamente.

Foto di copertina di Free To Use Sounds via Unsplash

Il futuro del lavoro, una modesta riflessione

In questi mesi il dibattito sul futuro del lavoro è profondamente cambiato. Valgono ancora le considerazioni che Luca De Biase ha messo nel suo libro, ma c’è dell’altro. Sembra che chi, in questi giorni, parla di lavoro abbia spostato la propria attenzione da chi questo lavoro dovrà farlo a dove tutto ciò andrà fatto. Si è quindi passati da una dicotomia uomo vs. macchina a quella remoto vs. ufficio.

Ne parla Fabio in questo nuovo episodio di “Spam – è tutto grasso che cola” con qualche link su cui riflettere.

Spam – è tutto grasso che cola

Spam tutto grasso che cola - podcast copertina

Un podcast minimale e settimanale che si concentra su un particolare tema. Ogni lunedì Fabio parla di qualcosa che ha che fare con il mondo dell’innovazione (e anche un po’ del Sud Italia, ma non solo), solo per il gusto di parlarne.

Spam è come il grasso che, colando, dà il gusto alle cose. Ed è anche qualcosa di indesiderato, non richiesto, che arriva prepotente nelle vostre caselle mail. Sta a voi prendervi il coraggio di accettarlo e ascoltarlo.

Spam si ascolta solo tramite Patreon ed è riservato a chi dona almeno 10$ al mese.

La foto di copertina è di Thought Catalog on Unsplash.

Immaginare il futuro del lavoro da casa: l’Ohana Meetup va in remoto

È sempre complicato spiegare cosa è l’Ohana Meetup. L’evento sul futuro del mondo del lavoro ormai da tre anni viene organizzato da Cocoon Projects. Gli aggettivi per descriverlo sono sempre positivi: unico, stimolante, sfidante. Si, sfidante, nel senso buono del termine, ovviamente. Perché chi partecipa sa che l’Ohana Meetup in due giorni ti metterà davanti a una serie di temi e argomenti che ruotano intorno al futuro del lavoro. Cosa rappresenta oggi? Come evolve? Quale valore ha oggi? È lo stesso di ieri? E domani? Cosa succederà?

Sono domande che hanno un peso enorme, soprattutto alla luce del momento che stiamo vivendo. Così dopo le due edizioni di Roma e Barcelona, quest’anno l’Ohana Meetup si terrà per la prima volta totalmente da remoto tra il 5 e il 6 giugno. È una decisione che si è resa necessaria viste le varie misure del contenimento del Covid19. Gli organizzatori però tranquillizzano tutti: anche se non ci si incontrerà di persona, lo spirito dell’Ohana Meetup resterà invariato. E conoscendo gli amici di Cocoon Projects c’è da prenderli sul serio.

Come partecipare all’Ohana Meetup 2020

Da qualche giorno perciò è possibile acquistare nuovamente i biglietti. Gli organizzatori hanno pensato a due formule:

  • Un “Full Remote OM Ticket” di € 18 (IVA inclusa, quando applicabile) che include la partecipazione all’evento e alla festa distribuita del sabato sera;
  • Un “Remote Ohana Party Ticket” di € 4 (IVA inclusa, quando applicabile) che dà accesso alla sola festa distribuita del sabato sera.

Anche se la formula da remoto potrebbe bloccare qualcuno, il consiglio è di partecipare. Se vi sentite parte della tribù di professionisti, game changer, appassionati del mondo del lavoro non dovete assolutamente perdere questo evento. Il futuro del mondo del lavoro è di chi lo progetta.

Maggiori informazioni sono su ohanameetup.party.

6 offerte di lavoro e 2 bandi: a marzo la bacheca di SMU è bollente!

Non solo lavoro da remoto (e non smart working, come sapete) nel numero di bacheca di marzo. Questo mese vi presentiamo 6 offerte di lavoro e 2 bandi per startup che abbiamo trovato in giro per la rete.

TIPS: Se vuoi vederli in anteprima unisciti al gruppo d’ascolto facebook, dove dal lunedì al venerdì alle 12 ne pubblichiamo uno ogni giorno.

Offerte di lavoro

> Wikimedia Italia, Associazione per la diffusione della conoscenza libera, cerca un responsabile per OpenStreetMap e per Wikidata.

OpenStreetMap è un progetto collaborativo per la raccolta di dati necessari per la creazione della mappa globale del mondo. Per molti aspetti il progetto è simile a Wikipedia ed è per questo che, dal 2016, Wikimedia Italia è anche il chapter ufficiale della OpenStreetMap Foundation.

Wikidata è un progetto collaborativo parte del mondo Wikimedia il cui scopo è fornire un database aperto a supporto degli altri progetti, interconnesso con altre raccolte di dati aperti.

La sede di lavoro è Milano ma accettano anche candidature per lavorare da remoto. Gli altri dettagli qui.


> System Management S.p.A. cerca un programmatore. L’azienda guida l’evoluzione tecnologica di grandi aziende nel settore IT proponendo soluzioni altamente innovative basate sui risultati delle attività di ricerca e sviluppo interne nei settori della Comunicazione Multicanale, IoT, BigData Analysis e Cloud Enabling.

L’annuncio è pubblicato sul loro profilo Linkedin e la premessa vale da sola tutta l’offerta! 😉


> Il Gruppo Green Network è alla ricerca di un Digital Art Specialist su Roma. La principale mansione è dare supporto alle attività dell’intero reparto. Il ruolo prevede capacità di integrarsi all’interno di un team di lavoro, responsabilità per il proprio operato, capacità di progettazione, precisione nell’esecuzione e valutazione delle tempistiche.

Tutti i dettagli dell’offerta di lavoro sul profilo Linkedin dell’azienda.


Webflow è l’azienda californiana che permette a chiunque di creare un proprio sito web con un semplice copia/incolla. La sede è San Francisco ma ci sono posizioni aperte anche da remoto. Sono tutte elencate nella pagina di creativemornings.com.


> Il team italiano di MakersValley ha aperto una nuova posizione di stage per laureandi o neo-laureati alla prima esperienza, amanti del Fashion Tech & Made in Italy. La sede del lavoro è a Cardito (NA).

Tutti i dettagli dell’offerta nell’annuncio della pagina Facebook dell’azienda.

***

Call per Startup

> IC406 è il programma d’incubazione che accompagna giovani imprenditori con idee innovative nell’ambito del digital business. Puoi candidare la tua idea fino al 30 aprile 2020.
Tutti i dettagli sul sito del bando.


> La Call for ideas dell’area Ambiente “Strategia Clima“, con uno stanziamento di 3,4 milioni di euro per il 2020, sostiene fino a 2 iniziative volte alla mitigazione e all’adattamento al Cambiamento Climatico a livello locale realizzate in collaborazione da amministrazioni locali, aree protette ed enti non profit.

Tutte le info sul sito della Fondazione Cariplo.

La foto di copertina è di Nijwam Swargiary via Unsplash.

Da dipendente a lavoratore autonomo: l’esperienza di Valerio di Inspector



Inspector è un sistema di monitoraggio in tempo reale per applicazioni in PHP, lo ha realizzato il team che fa base a Napoli guidato da Valerio Barbera, ospite di questo podcast. Valerio ci racconta come nasce questo tool, come, con tutto il team, sono riusciti a essere tra i progetti finalisti del premio Next Energy e la visione che lo ha guidato fin qui nel percorso da lavoro dipendente a lavoratore autonomo nel campo della programmazione.

Programmare senza la paura di sbagliare

Inspector è un tool pensato per i programmatori che permette loro di conoscere in tempo reale errori e malfunzionamenti del software. Lo scopo è migliorare la user experience degli utenti, senza naturalmente intaccare il funzionamento dell’applicazione su cui il tool è installato. Come è facile immaginare, Inspector nasce da una esigenza reale riscontrata dallo stesso Valerio che negli anni ha visto e sentito di troppe telefonate di lamentele da parte del cliente finale agli sviluppatori perché un software non funzionava come doveva. Inspector è sul mercato da luglio scorso ed è disponibile in una versione di base gratuita; chi desidera accedere alle altre funzionalità, dovrà abbonarsi in base all’uso che intende farne.

Inspector tra i finalisti di Next Energy: un’occasione di formazione e networking

Inspector è tra i dieci progetti che si è aggiudicato il percorso di incubazione del premio Next Energy, l’iniziativa promossa da Terna, Fondazione Cariplo e Cariplo Factory giunta alla quarta edizione. La differenza – ci dice Valerio – l’ha fatta l’esperienza sul campo che Inspector ha accumulato in questi primi mesi di “mercato”. Ed è questo l’aspetto che approfondiamo nella seconda parte del podcast: l’importanza del confronto che non può essere legato solo al rapporto con i propri clienti. Valerio ci spiega che come team ciclicamente partecipano a concorsi di questo tipo: lo scopo è quello di poter avviare un confronto con attori che altrimenti non riuscirebbero a incontrare nel loro quotidiano di lavoratori autonomi. I contest diventano così occasione di formazione e networking, elementi essenziali per chi vuole crescere da un punto di vista aziendale e – perché no – umano.

Citazione di Valerio su lavoro autonomo e contest

Valerio decide di diventare un lavoratore autonomo dopo un periodo presso diverse multinazionali. È in quegli anni che lui insieme ad alcuni colleghi matura la decisione di voler fare altro, camminando sulle proprie gambe. E se in un primo momento credeva che il digitale potesse dargli la possibilità di lavorare a qualsiasi livello (in seguito ha cambiato idea), avere una propria società gli ha permesso di vivere diverse esperienze, anche all’Estero: è inutile sottolineare che ogni nuova avventura gli ha fornito gli strumenti per migliorarsi dal punto di vista aziendale. Infine, da siciliano che vive a Napoli, spende due parole sul capoluogo campano e il suo ecosistema imprenditoriale con un giudizio che non sentirete da altre parti.


Questo podcast è realizzato grazie a:


> Fai la tua donazione a Start Me Up su Patreon o Satispay ed entra a far parte della community degli innovatori del Sud Italia!

> Commenta questo podcast sul gruppo facebook di Start Me Up e trova lavoro nel mondo startup.

> Iscriviti a Satispay con il codice promo STARTMEUP e ottieni 2 euro sul tuo account! Per info e dettagli, clicca qui.

foto di copertina di Brad Neathery via Unsplash