Realtà aumentata, didattica e alcuni miti da sfatare sull’impresa femminile al Sud Italia



ARSchooInnovation – Augmented Reality School è un sistema che porta la realtà aumentata nella didattica. È un progetto realizzato e totalmente finanziato da Lucana Sistema srl curato e ideato da Antonella D’Ercole. Antonella ricopre il ruolo di Project Manager all’interno dell’azienda ed è anche l’unica finalista del Sud Italia dell’edizione 2019 del Premio Gammadonna. Abbiamo così colto l’occasione per incontrarla e parlare di didattica, realtà aumentata e anche di lavoro al femminile.

La tecnologia come mezzo e mai come fine: il ruolo della realtà aumentata

Antonella D’Ercole per conto dell’azienda di famiglia, la Lucana Sistemi, è la project manager di ARSchooInnovation – Augmented Reality School. Il sistema sfrutta le potenzialità della realtà aumentata per permettere agli studenti di capire meglio e imparare più in fretta.
Durante l’intervista con Antonella ci soffermiamo sul ruolo che la tecnologia deve avere nel mondo della didattica cercando di smentire le voci che la demonizzano e, al contempo, esaltandola per quello che effettivamente è: un mezzo. Parlando poi di ARSchooInnovation – Augmented Reality School ci dice che nello sviluppo dell’intero sistema hanno tenuto conto della semplicità di utilizzo delle applicazioni da parte degli utenti, un aspetto centrale considerato il target molto giovane. In più hanno fortemente voluto che il sistema si basasse su un connubio tra tecnologia e supporti cartacei. Infine, non avrebbe avuto la diffusione che ha se ARSchooInnovation non funzionasse anche offline.

La citazione di Antonella di Lucana Sistemi

L’impresa al femminile vista dal Sud Italia

La tecnologia applicata alla didattica è uno dei due grossi temi trattati durante l’intervista. L’altro è l’imprenditoria femminile. Partendo dalla sua esperienza diretta, Antonella sfata alcuni miti su impresa, donna e Sud Italia e ci restituisce un quadro più roseo di quello che ci aspettavamo. Non significa che non ci sia ancora strada da fare, ma diciamo che il percorso è stato avviato. In questo senso assume un sapore ancora più particolare la partecipazione al Premio Gammadonna 2019. Antonella è l’unica imprenditrice del Sud Italia a essere arrivata in finale. Questo podcast è il modo tutto nostro che abbiamo per farle il nostro “in bocca al lupo”.

Cosa è il premio Gammadonna

Il Premio GammaDonna è il riconoscimento che, dal 2004, mette in luce le realtà più rappresentative della vitalità imprenditoriale del Paese, affinché possano essere di esempio e ispirazione per altre imprenditrici e giovani imprenditori. La storia di Antonella e delle altre cinque finaliste chiuderanno i lavori dell’undicesima edizione del Forum Internazionale dell’Imprenditoria Femminile e Giovanile – GammaForum, in programma il 15 novembre nella sede de Il Sole 24Ore, a Milano.
L’evento, dal titolo “ConneXions for growth” e realizzato in collaborazione con la Commissione Europea e il Ministero dello Sviluppo Economico, avrà come focus le connessioni indispensabili allo sviluppo delle imprese di donne e giovani in un mondo caratterizzato da crescente complessità e rapidi e continui cambiamenti. Connessioni che dovranno necessariamente travalicare i confini nazionali, aprendosi al confronto con culture diverse e facendo tesoro delle opportunità offerte dall’Unione Europea.

Tutte le info sono su gammaforum.it.


Questo podcast è realizzato grazie a:


> Fai la tua donazione a Start Me Up su Patreon o Satispay ed entra a far parte della community degli innovatori del Sud Italia!

> Commenta questo podcast sul gruppo facebook di Start Me Up.

> Iscriviti a Satispay con il codice promo STARTMEUP e ottieni 5 euro sul tuo account! Per info e dettagli, clicca qui.


Foto di copertina di stem.T4L via Unsplash

26. Crederci, voce del verbo startup



Facciamo un salto a Milano ma solo perché l’ospite dell’ultimo appuntamento di Startup Grind Napoli arriva da lì. Stiamo parlando di Marianna Poletti, fondatrice e CEO di Just Knock, startup che affronta il tema del recruiting in modo innovativo: assumere il personale non in base al proprio curriculum ma in base all’apporto che il dipendente può dare all’azienda in termini di progetti e soluzioni. Un approccio che sta dando i suoi frutti visto che in questi anni numerose multinazionali stanno adottando il metodo Just Knock (e Marianna ci fa anche qualche esempio).
Dopo aver parlato della sua idea di impresa, Marianna ci racconta il percorso che l’ha portata a creare la sua startup. E in questa sua esperienza ritroviamo l’intuizione che ha dato il via al processo creativo che l’ha portata a essere founder di Just Knock, ma anche la sua forte volontà nel voler prendere in mano la propria vita e rischiare qualcosa per un progetto in cui crede tutt’ora.

La citazione di Marianna di Just Knock

Uomo o donna, l’importante è crederci davvero.

Nell’ultima parte dell’intervista a Marianna Poletti infine non possiamo non parlare della sua esperienza di donna imprenditrice, visto che il tema dell’appuntamento di Startup Grind Napoli verteva anche su questo. Quello di Marianna è un punto di vista equilibrato. Se da una parte è innegabile dire che esistono gli strumenti per chiunque abbia intenzione di fare impresa, dall’altra è anche vero che solo il credere a sufficienza nel proprio progetto è l’unica vera spinta che ti permette di andare avanti, uomo o donna che tu sia. Un messaggio che, seppur possa apparire scontato, dovremmo ripetere più spesso.


Foto di copertina di Clark Tibbs trovata su Unsplash

Ti è piaciuto questo podcast? Scrivi una recensione su iTunes!

Ascolta la playlist con le canzoni scelte dagli ospiti di Start Me Up.

32. «Da donna costruisco l’ecosistema startup del Sud Italia»



Nelle settimana della festa della donna, Start Me Up ospita non una giovane imprenditrice ma chi, piuttosto, lavora per favorire l’ecosistema imprenditoriale della Campania e di tutto il Sud Italia. L’ospite del trentaduesimo podcast di Start Me Up è Giovanna D’Urso che insieme a Antonio Prigiobbo, Roberta Madonna, Sara Ebraico e Filippo Sessa anima Nastartup. Il podcast ci dà la possibilità di parlare dell’appuntamento tutto al femminile che la community campana ha organizzato in occasione dell’8 marzo. Durante l’intervista parliamo inoltre del ruolo delle donne all’interno della scena startup nazionale e dell’esperienza di Giovanna a Varsavia per il TechCamp.

Foto di copertina, via.

Link utili

La citazione di Giovanna

Piaciuto il podcast?

Se la risposta è si, non tenerti tutto dentro: vota e recensisci il podcast su iTunes.

Se poi non vuoi perderti neanche un podcast abbonati e ricevi i file direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui se usi iTunes, o usa il feed RSS se sei un utente Android (qui trovi una serie di player che puoi scaricare gratuitamente per sentire i podcast dal tuo smartphone).

Leggi la trascrizione del podcast