Nove strumenti per la tua crescita personale e la tua carriera

Chi fa impresa sa bene quanto importante sia aggiornarsi e migliorarsi continuamente. Il web viene in nostro aiuto offrendoci una serie di possibilità. Sono però talmente tante che spesso c’è da perdersi. Ma qui entriamo in gioco noi di Start Me Up. Da qui in avanti, ogni mese, contiamo di selezionare per voi una serie di corsi, e-book a tema crescita personale.

Sono risorse trasversali sia per temi che per modalità di accesso, principalmente in lingua inglese. Lavoreremo comunque per trovare qualcosa anche in italiano. Questo mese ve ne presentiamo nove. Li ha selezionate per noi Thamara Emanuele appassionata di crescita aziendale, talent management e sostenitrice della prima ora di Start Me Up.

Se volete suggerire qualche portale o i temi su cui concentrarci, ci trovate qui!

Personal development Plan

È un workbook che ti guida nella creazione di un piano di sviluppo personale. Lo fa passo passo: il tutto è supportato da templates ed istruzioni specifiche.
Il Personal development Plan è stato realizzato da Mind Tools, uno dei portali più popolari al mondo per l’apprendimento professionale e la gestione.

  • Lingua: Inglese
  • Accesso: gratuito, previa iscrizione alla newsletter

Coffee notes per i tuoi meeting

Un pratico template che ti aiuta a prepare il tuo prossimo meeting con investitori, partners o collaboratori. È un file Google Drive ed è stato realizzato da Howard Grey, coach londinese che vive a New York.

Fondo

Fondo è uno strumento che ti aiuta a mappare le tue capacità, individuare le tue possibilità ed esplorare nuovi percorsi professionali. Lo fa in modo visivo così da permetterti di “visualizzare” la tua carriera.


Ascolta Start Me Up dove e quando vuoi


The Pillow toolkit

The Pillow toolkit aiuta le persone che per lavoro si trovano a condividere idee innovative. Attraverso un set di strumento ed un processo strutturato ti aiuterà a organizzare al meglio il modo in cui pensi, misuri e condividi le tue idee.

  • Lingua: Inglese
  • Accesso: a pagamento (stabilisci tu il prezzo)

Remotely in Business

In un’unico portale una serie di risorse pensate per chi lavora da remoto. Gli strumenti che trovate in questo portale vi permetteranno di migliorare aspetti chiave che chi lavora da casa affronta quotidianamente. Si va dalla produttività ai modi migliori per diffondere una cultura aziendale anche se non si condivide lo stesso ufficio, passando per la leadership e l’ideazione e la creazione di nuovi prodotti.
Nonostante la complessità e la quantità di risorse offerte il portale si presenta scarno e adatto alla ricerca. Remotely in Business è un progetto di Stefan Palios che potete seguire su Twitter.

Pluralsight

Se state pensando di migliorare le vostre competenze in ambito IT allora Pluralsight è il posto che fa per voi. Pluralsight è la piattaforma e-learning che offre corsi per sviluppatori, programmatori, IT e creativi. I corsi sono a pagamento ma è possibile usufruire di un periodo di prova di 10 giorni.

Coursera – Imparare a programmare

Un’alternativa gratuita e focalizzata solo sul linguaggio Phyton è offerta dall’Università di Toronto attraverso la piattaforma Coursera. Il corso promette di insegnare le basi di programmazione e il linguaggio Phyton. Al termine viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Shape-Up

Shape-up è un e-book pensato per quelle persone che lavorano allo sviluppo di prodotti e faticano a rispettare i propri tempi di lavoro. Sul sito Basecamp – che ha prodotto questo volume – scrive che “Shape Up ti aiuterà a liberarti dalle “migliori pratiche” che non funzionano”.

Coursera – Feedback

Un corso gratuito pensato per i manager che vogliono offrire ai propri dipendenti dei pareri sempre motivanti. Partendo da cosa caratterizza un feedback positivo, il corso vi permetterà di comprendere i modi migliori per parlare ai vostri dipendenti e collaboratori.

Lingua: Italiano
Accesso: gratuito

foto di copertina: Stanislav Kondratiev via Unsplash

Fare startup come in Silicon Valley? Te lo insegna Peekaboo

Arrivano tutti da una esperienza in Silicon Valley i mentor che animeranno il quarto Peekaboo Lean Startup Program: il corso (molto) pratico per validare e lanciare una startup in 10 settimane. Il programma si articola su diversi moduli tematici – Idea, Validation, Development e Pitch – ed è composto da quattordici appuntamenti: l’inizio è previsto per il 13 ottobre a Roma. I partecipanti potranno così creare, validare e lanciare la propria idea di startup grazie a lezioni frontali e molto pratiche. I mentor arrivano tutti dalla scena digital italiana e possono contare un’esperienza in Silicon Valley. Tra gli altri ci saranno Luca Barboni – growth hacker e autore del primo libro italiano sul tema (lo abbiamo incontrato all’inizio della scorsa stagione di Start Me Up), che questa estate ha partecipato al programma di 500 Startups in qualità di Head of Growth di Resonance AI. Insieme a lui Giovanni Laquidara fresco di Master Course sulla Virtual Reality in Upload VR a Los Angeles e Federico Pacilli, CEO di Baasbox. In più tante testimonianze dirette di chi ha alle spalle startup di successo.

La citazione di Luca Barboni

La novità di questo corso? Il metodo Sprint di Google Venture che arriva dalla Silicon Valley.

La novità del Peekaboo Lean Startup Program è l’inserimento del metodo Sprint di Google Venture: cinque giorni in cui i team sono chiamati a pensare e prototipare idee di business a cui seguirà un hackathon fissato per il 18 e il 19 novembre. Il metodo è nato – manco a dirlo – in Silicon Valley ed è ottimo per chi ha voglia di costruire il proprio futuro professionale acquisendo una metodologia utile sia per chi vuole fare startup che per chi invece vuole crescere professionalmente.

Crescita, confronto, apprendimento e un grande network di aziende e professionisti sono le carte vincenti del Lean Startup Program di Peekaboo, che sta per chiudere le iscrizioni della sua quarta edizione. Se sei un developer, un designer o un marketer, studente, neolaureato o già inserito nel mondo del lavoro, e hai voglia di conoscere e saperne di più sul mondo dell’innovazione allora devi affrettarti. Tutte le informazioni sul corso, il programma delle lezioni e il modulo per l’iscrizione sono su peekaboo.vision

Inizia il primo corso in Italia per Social Media Marketing e diritto del web

Il primo corso in Social Media Marketing e diritto del web è organizzato dal Consorzio ARCA, si articolerà in 50 ore con 10 incontri bisettimanali a partire dal 30 marzo sino al 4 maggio; le registrazioni si chiuderanno giorno 21 Marzo, iscriviti ora http://bit.ly/2lKKJqA.
Una grande opportunità per migliorare le skills in campo digital in un mercato sempre più competitivo e che ha bisogno di migliorare la professionalità del social media manager come nuova figura di riferimento nelle strategie di comunicazione delle aziende e della promozione del brand.

Sempre più importante diventa da parte delle aziende trovare figure professionali per la gestione dei social media e del web e la formazione specialistica pertanto in questo campo apre delle nuove prospettive lavorative importanti per candidati e aziende.

Tuttavia, le competenze richieste sono compromesse dal Digital skill gap. Infatti, secondo un recente sondaggio della Ranstad, più del 67% dei lavoratori italiani pensa di non avere le competenze giuste per sviluppare una buona strategia di Social media marketing e solo il 30% delle aziende ha un personale adeguato nel campo della strategia comunicativa dei social media.

Inoltre, secondo l’opinione di Andrea Albanese, docente del corso e figura di spicco del mondo del social media marketing, “il Social Media Manager deve essere un professionista della comunicazione che deve saper gestire i Social Media non soltanto facendo un bel post con un bel filtro e basta. Occorrono rigore, precisione, costanza, pianificazione. Bisogna conoscere i propri pubblici specifici, perché ogni canale li ha potenzialmente diversi, parlare il loro linguaggio, e soprattutto ascoltare. Quindi il buon Social Media Manager deve avere doti di analisi e capacità di approfondimento”.

Da questo nasce la necessità di un corso di Social Media Marketing e diritto del web per la cura del brand delle imprese e per la crescita del business. I docenti svilupperanno questi argomenti in 10 incontri di cinque ore ciascuno dal prossimo 30 marzo al 4 maggio. Il corso partirà dallo studio del web & marketing 2.0 e dopo la trattazione dei fondamenti di comunicazione e marketing nei Social media, tratterà la diffamazione nel mondo del web e nei Social media. Verranno individuate le principali professioni del mondo del web 2.0 e si forniranno le competenze di base per la redazione di un piano di Social Media Marketing. Il corso prevede attività individuali, di gruppo ed esercitazioni finalizzate all’inserimento nel mondo del lavoro della comunicazione.