71. Il paesaggio sonoro: in Sicilia c’è chi lo studia e lo promuove



Quanti di voi conoscono la definizione di paesaggio sonoro? E sapete che in Sicilia c’è uno dei gruppi più attivi riguardo questa disciplina che tra la varie cose organizza camminate specifiche che aiutano a percepire i suoni intorno a voi, dette soundwalk? Ne parliamo in questo podcast di metà agosto che vi permetterà di conoscere un aspetto dei luoghi spesso dimenticato o poco considerato: il suono. Ne hanno invece fatto il centro delle loro attività i ragazzi di Vacuamoenia, associazione palermitana che studia e promuove il paesaggio sonoro attraverso la ricerca e appuntamenti aperti al pubblico. Uno di questi sono proprio le Soundwalk, che a mio avviso non dovreste perdere (in basso trovate le date delle prossime). Con Fabio Lattuca e Pietro Bonanno, i due fondatori di Vacuamoenia andiamo a scoprire perché il paesaggio sonoro è importante, quali sono gli effetti su chi ascolta i luoghi, anziché vederli e come nasce questa disciplina. Un podcast da ascoltare che vi aiuterà – spero – a ascoltare meglio ciò che accade attorno a voi.

Perché ascoltare questo podcast?

  • Scoprire le origini del paesaggio sonoro e capire perché non sottovalutarlo;

  • Conoscere una realtà che ha deciso di investire in un ambito di nicchia, ma estremamente interessante.

Piaciuto il podcast?

Se la risposta è si, non tenerti tutto dentro: vota e recensisci il podcast su iTunes.

Se poi non vuoi perderti neanche un podcast abbonati e ricevi i file direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui se usi iTunes, o usa il feed RSS se sei un utente Android (qui trovi una serie di player che puoi scaricare gratuitamente per sentire i podcast dal tuo smartphone).

Link utili

La citazione di Pietro

La citazione di Pietro sul paesaggio sonoro

La citazione di Fabio

La citazione di Fabio sul paesaggio sonoro

Cosa succede all’innovazione sociale?



Nel giro di una settimana a FARM Cultural Park di Favara (AG) sono stati messi i sigilli e la prima serata del Festival di Periferica a Mazara del Vallo è stata interrotta a causa del lancio di pietre che, fortunatamente, non hanno ferito nessuno. Un podcast quindi che cerca di analizzare quello che sta accadendo a progetti di innovazione sociale che ci stanno a cuore e che sono un po’ lo specchio di tante realtà presenti in tutta Italia.

Per farlo chiediamo aiuto a Emmanuele Curti di Matera 2019. Emmanuele è un operatore della Cultura, sta portando avanti il percorso di Matera come capitale europea della cultura ed è lui insieme a Linda Di Pietro, Ciccio Mannino, Cristina Alga e Roberta Franceschinelli ad aver dato vita a #Siamotuttifarmculturalpark, la petizione a sostegno di Farm su change.org.

In che modo queste realtà stanno aiutandosi e come possono farlo in futuro? E poi, basterà? Emmanuele ha una sua idea e le condivide con tutti noi. In più, nell’ultima parte dell’intervista si parla di Matera 2019 e cosa significa questa data per chi, come Emmanuele, sta lavorando da anni a questo progetto.

Perché ascoltare questo podcast?

  • Emmanuele fa il punto di quello che sta accadendo in Sicilia, con aggiornamenti sull’incontro con la commissione cultura del PD;
  • Emmanuele ci invita a riflettere su un nuovo modello da adottare per la gestione di questi spazi e della cultura in generale.

Piaciuto il podcast?

Se la risposta è si, non tenerti tutto dentro: vota e recensisci il podcast su iTunes.

Se poi non vuoi perderti neanche un podcast abbonati e ricevi i file direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui se usi iTunes, o usa il feed RSS se sei un utente Android (qui trovi una serie di player che puoi scaricare gratuitamente per sentire i podcast dal tuo smartphone).

Link utili

La citazione di Emmanuele

La citazione di Emmanuele

69. “Ho trollato l’indie italiano e questo è quello che ho capito”



C’è chi ha voluto smascherare i meccanismi di una parte del mercato discografico italiano. Come? Attraverso un troll, un cantante finto (o forse sarebbe meglio dire “falzo”) che per un anno ha attirato a sé critiche, elogi, proposte di live e anche proposte sessuali. Mi riferisco a Cambogia, il cantante feticcio di Napalm Dischi (casa di produzione feticcia anch’essa), un chiaro riferimento a Calcutta di Bomba Dischi (loro due, per chi non lo sapesse, esistono davvero).

Un mese fa l’annuncio avvenuto tramite video: “Cambogia non esiste, ce lo siamo inventato!” E non potevano usare mezzo migliore del video visto che dietro tutta l’operazione c’era Ground’s Oranges, collettivo di videomaker catanese che non ha mai perso la voglia di farsi due risate. Si, perché il progetto nasce come scherzo e in programma c’era solo un video. Cambogia ha avuto sin da subito una buona risposta di pubblico e così i ragazzi hanno dovuto produrre un disco, altri video – di cui uno per un live – e un sacco di scuse per evitare che Cambogia uscisse allo scoperto. In questo podcast ripercorriamo tutta la vicenda con Salvo Nicolosi, uno dei fondatori di Ground’s Oranges che ci dà una lettura disincantata del mercato discografico italiano che volendo, ognuno di noi, può applicare a qualsiasi ambito.

Perché ascoltare questo podcast?

  • Per conoscere i meccanismi che stanno dietro un progetto musicale che ha ottenuto buoni numeri;

  • Perché se devi fare qualcosa, devi farla bene: Salvo non ama questo genere musicale e si è “costretto” a ascoltare tutti i cantanti del momento per essere più credibile possibile.

Piaciuto il podcast?

Se la risposta è si, non tenerti tutto dentro: vota e recensisci il podcast su iTunes.

Se poi non vuoi perderti neanche un podcast abbonati e ricevi i file direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui se usi iTunes, o usa il feed RSS se sei un utente Android (qui trovi una serie di player che puoi scaricare gratuitamente per sentire i podcast dal tuo smartphone).

Link utili

La citazione di Salvo

citazione Salvo di Ground's Oranges

Durante l’intervista parliamo di

Il video con cui Ground’s Oranges ha annunciato che Cambogia non esiste

Il video del Prefunerale di  Luigi Virgillito (che è ancora vivo)

Thecomunisti che cantano Thegiornalisti

67. La rigenerazione urbana che parte dalla periferia



Non poteva che chiamarsi Periferica il progetto di “rigenerazione urbana open source” che nasce a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani. Si perché si trova alla “periferia d’Europa” e si dedica principalmente alla periferia della cittadina siciliana (la ripetizione è voluta). Periferica era un festival e si struttura in qualcosa di più ampio grazie al bando Boom – Polmoni Urbani, promosso da Farm Cultural Park e il M5S Sicilia. Lo racconta Carlo Roccafiorita in questo podcast che ci parla delle iniziative messe in campo per dare nuova vita all’ex Cava di Tufo e che dall’1 maggio 2018 diventerà la Cava degli Umori. Nell’intervista si parla delle persone che sono coinvolte all’interno del progetto, l’importanza del network a cui Periferica si appoggia e che arriva da tutta Italia e del rapporto – non sempre facile – con la gente del posto. Periferica è stata infatti vittima anche di intimidazioni e – a mio avviso – il gruppo ha risposto nel migliore dei modi: continuando a lavorare. In più con Carlo immaginiamo quale azione sarebbe necessaria per rigenerare la Sicilia e tutto il Sud Italia. Partendo da dove siamo, anche se è una zona periferica.

Perché ascoltare questo podcast?

  • Capire come modificare il proprio progetto in base alle opportunità e agli scopi prefissati;

  • Conoscere chi, nonostante le difficoltà, continua a andare avanti perseguendo i propri scopri.

Piaciuto il podcast?

Se la risposta è si, non tenerti tutto dentro: vota e recensisci il podcast su iTunes.

Se poi non vuoi perderti neanche un podcast abbonati e ricevi i file direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui se usi iTunes, o usa il feed RSS se sei un utente Android (qui trovi una serie di player che puoi scaricare gratuitamente per sentire i podcast dal tuo smartphone).

Link utili

La citazione di Carlo

La citazione di Carlo di Periferica

Foto di copertina, via.

63. Gli appunti, se condivisi, fanno crescere la community



La sessione estiva incombe e gli appunti sono merce di scambio tra chi si trova a affrontare gli esami universitari. Da queste parti abbiamo abbandonato gli scranni accademici da un po’, ma ci dicono che pratica quanto mai attiva è la compravendita degli appunti. Così Nicola Guarino e soci hanno pensato di mettere in piedi appunticondivisi.com, un sito di scambio di appunti diverso dagli altri. Perché? Per scoprirlo basta ascoltare l’intervista a Nicola, ma posso anticiparvi che c’è un grosso investimento sulla community e sullo scambio di file, oltre che una classificazione che permette a chiunque di trovare esattamente ciò che gli serve. Un servizio pensato principalmente per chi studia fuori sede o per chi, per lavoro non riesce a seguire le lezioni. Ma che permette a tutti di affrontare più serenamente la sessione estiva e quelle a seguire.

Perché ascoltare questo podcast?

  • Prima di mettere online il servizio, i ragazzi di appunti condivisi hanno fatto un’analisi del mercato, Nicola spiega bene questo passaggio;

  • C’è stato anche un attento lavoro di differenziazione rispetto ai competitor.

Piaciuto il podcast?

Se la risposta è si, non tenerti tutto dentro: vota e recensisci il podcast su iTunes.

Se poi non vuoi perderti neanche un podcast abbonati e ricevi i file direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui se usi iTunes, o usa il feed RSS se sei un utente Android (qui trovi una serie di player che puoi scaricare gratuitamente per sentire i podcast dal tuo smartphone).

L’immagine di copertina è presa qui

Link utili

La citazione di Nicola

Citazione di Nicola Guarino di appunticondivisi.com

Vuoi fare impresa in Sicilia? La Regione ti dà una mano (ma devi sbrigarti)

È online dalla fine di giugno l’avviso relativo all’azione 3.5.1_2 del PO FESR 2014/2020 “Aiuti alle imprese in fase di avviamento”. Di cosa parliamo? Di un finanziamento complessivo di 20 milioni di euro che la Regione Siciliana vuole investire per aiutare le Piccole e Medie Imprese che risiedono nell’isola. Si tratta di un bando a sportello, quindi fin quando c’è disponibilità, le imprese potranno beneficiare del finanziamento. Detto in parole povere: conviene sbrigarsi!

A quali imprese si rivolgono questi finanziamenti?

Con questi finanziamenti – si legge nell’avviso – “si punta ad agevolare nuove imprese prevalentemente negli ambiti tematici identificati dalla Strategia Regionale dell’Innovazione per la Specializzazione Intelligente, tenendo conto sempre dei valori e delle potenzialità espresse dal territorio di riferimento”. Ma non solo perché, continua il testo, “sarà inoltre sostenuto l’avvio di nuove imprese nei settori manifatturieri e nei settori emergenti collegati alla sfida europea, quali quelli della creazione e della cultura, delle nuove forme di turismo, dei servizi innovativi che riflettono le nuove esigenze sociali o i prodotti e i servizi collegati all’invecchiamento della popolazione, alle cure sanitarie, all’ecoinnovazione, all’economia a bassa intensità di carbonio (incluso il riciclaggio dei rifiuti)”.
Il provvedimento interessa le imprese di nuova costituzione, cioè quelle non quotate fino a cinque anni dalla loro iscrizione al registro delle imprese.

Tutti i dettagli del bando (così come il bando stesso) sono su euroinfosicilia.it.

L’immagine è stata presa qui

61. Open Government, ecco perché riguarda da vicino anche te



Open Government e monitoraggio civico sono le parole che sintetizzano la mission di Parliament Watch Italia. L’associazione nata a Messina circa un anno fa ha messo al centro delle sue attività la trasparenza, per una PA e una società civile più equa e al passo con i tempi. Di questo si parla con due dei fondatori di Parliament Watch Italia in questo podcast. Loro sono Giuseppe D’Avella e Francesco Saija che raccontano perché è importante monitorare la PA, come farlo e come Parliament Watch Italia non sia sola in questa battaglia che vede coinvolte diverse associazioni sparse in tutto il mondo. Un mondo che cambia e che per essere governato in modo equo ha bisogno del contributo di ognuno di noi.

Perché ascoltare questo podcast?

  • Per capire perché un Governo trasparente è utile a tutti;
  • Per conoscere i modi in cui ognuno di noi può monitorare la PA.

Piaciuto il podcast?

Se la risposta è si, non tenerti tutto dentro: vota e recensisci il podcast su iTunes.

Se poi non vuoi perderti neanche un podcast abbonati e ricevi i file direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui se usi iTunes, o usa il feed RSS se sei un utente Android (qui trovi una serie di player che puoi scaricare gratuitamente per sentire i podcast dal tuo smartphone).

L’immagine di copertina è presa qui

Link utili

La citazione di Francesco

citazione Francesco PWI

La citazione di Giuseppe

La citazione di Giuseppe di PWI

 

Leggi la trascrizione del podcast

58. La Street Art siciliana in una guida che non è una semplice guida…



Si chiama Street Art in Sicilia ed è una guida ai luoghi e alle opere presenti nelle principali province dell’isola. Una guida che non c’era, come spiegano Mauro Filippi e Marco Mondino in questo podcast, perché permette al lettore di trovare e conoscere le creazioni in relazione ai luoghi in cui si trovano. Mauro e Marco hanno scritto questa guida insieme a Luisa Tuttolomondo e nel corso dell’intervista cercheremo di capire come ognuno di loro abbia contribuito alla realizzazione del libro. Ho chiesto anche quale fosse il senso di scrivere un libro nel 2017 su una cosa così effimera come la Street Art e la risposta non è affatto scontata. Inoltre si parla anche del ruolo dell’editore e c’è anche una sorpresa per chi ascolta: un codice per ottenere il 15% di sconto sul prezzo del libro.

Perché ascoltare questo podcast?

  • Per conoscere la Sicilia in modo non convenzionale
  • Per capire quale e quanto lavoro ci sia dietro la pubblicazione di un libro

Piaciuto il podcast?

Se la risposta è si, non tenerti tutto dentro: vota e recensisci il podcast su iTunes.

Se poi non vuoi perderti neanche un podcast abbonati e ricevi i file direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui se usi iTunes, o usa il feed RSS se sei un utente Android (qui trovi una serie di player che puoi scaricare gratuitamente per sentire i podcast dal tuo smartphone).

Link utili

La citazione Mauro

Mauro Street Art

La citazione Marco

Marco Street Art

Leggi la trascrizione del podcast

I CALCIATORI BRUTTI pronti allo sbarco in Sicilia! Tutti gli appuntamenti siciliani targati Calciatori Brutti

Questa è la settimana in cui i CALCIATORI BRUTTI arrivano in Sicilia per dare il via al Torneo di Calcio di Strada. La prima tappa, lo ricordiamo, si terrà a Capo d’Orlando (in provincia di Messina) il 17 e il 18 giugno. Ne abbiamo parlato con Samuele Maffizzoli nel podcast numero 53.

Clicca per ascoltare l'intervista

Clicca sull’immagine per ascoltare l’intervista.

 

Ma gli appuntamenti con i CALCIATORI BRUTTI non si limitano alle due giornate di Capo d’Orlando. I social media manager della pagina nei giorni precedenti l’appuntamento orlandino incontreranno le varie community siciliane per alcuni eventi nel segno dei social media e del calcio ignorante, ovviamente.

Se vivete a Catania…

Non potete perdere gli eventi organizzati dai ragazzi di Youth Hub, entrambi fissati il 13 giugno.

Ore 12: Ignoranti & Vincenti – Case History CALCIATORI BRUTTI.

Ignoranti & Vincenti - Case History CALCIATORI BRUTTI

La community di CALCIATORI BRUTTI è felice di incontrare tutti gli appassionati di calcio che hanno voglia di saperne di più sul fenomeno web che mette insieme lo sport e l’ignoranza.

L’evento è aperto a tutti e si svolgerà nell’Aula Magna di Palazzo Delle Scienze, in Corso Italia, 55, Catania.

Maggiori info: Evento facebook.

Ore 18: Occhi sul target – Social Media Strategy with CALCIATORI BRUTTI.

Occhi sul target - Social Media Strategy with CALCIATORI BRUTTI

Un appuntamento in cui verranno illustrate strategie di successo in ambito Social Media e Video Content. Ospiti speciali ovviamente la community sportiva di CALCIATORI BRUTTI. Ma non solo: l’evento vedrà la partecipazione in veste di speaker:

– Dario Bellanuova – CEO & Social Media Strategist di Giromangiando Per Catania
– Simone La Rosa – Co-founder & Filmaker di Visualazer

L’evento a posti limitati (ci si prenota qui), si svolgerà al Leo Soccer, in via G. B. De La Salle, 8, 95125 Catania.

Maggiori info: Evento facebook.


Se vivete a Messina…

La community messinese concentra invece i suoi due eventi il giorno dopo, cioè mercoledì 14 giugno. I due appuntamenti sono organizzati in collaborazione con Start Me Up e l’incubatore Innesta, che sarà pronto a accogliere gli appassionati di social e calcio ignorante.

Ore 17:30 – La palla è rotonda, il web no!

Ore 17:30 - La palla è rotonda, il web no!

Masterclass a numero chiuso (sono disponibili ancora pochi posti!) in cui si avrà la possibilità di conoscere il fenomeno dei CALCIATORI BRUTTI da vicino, capire cosa cambia per i gestori quando una pagina, nata per gioco, diventa un lavoro e così via. Si avrà la possibilità di fare domande e capire come è difficile (o facile, chi lo sa) gestire una community di più di un milione di fan!
La partecipazione alla masterclass è gratuita, ma bisogna prenotarsi attraverso eventbrite. Successivamente basterà presentarsi all’ora prestabilita da Innesta, in Contrada Di Dio, S.Agata, Messina.

Maggiori info: Evento facebook.

Ore 19:30 – Ignoranti, ma con stile. Come gestire la propria community social con successo.

Ignoranti, ma con stile. Come gestire la propria community

Incontro aperto a tutti, durante il quale i CALCIATORI BRUTTI incontreranno la community di Startup Messina. Un modo per conoscere la storia di questo brand, chi c’è dietro e parlare del calcio in modo “ignorante”.
L’evento è gratuito: in questo caso basta semplicemente presentarsi da Innesta, in Contrada Di Dio, S.Agata, Messina.

Maggiori info: Evento facebook.


Se invece state pensando di andare a Capo D’Orlando…

Calcio di Strada - Capo d'orlando

Tutte le informazioni sul torneo di Calcio di Strada sono su www.calciodistrada.it.
In più, grazie a Ganiza, avrai la possibilità di acquistare due biglietti per la tappa siciliana al prezzo di 30€, 15€ cadauno, piuttosto che 50€.
Inserisci il codice GANIZA e tramite il pagamento da bonifico introduci nelle note le credenziali del secondo partecipante.
Inoltre, se parti da Messina, Livinplay sta organizzando un pullman dedicato. Tutte le informazioni sono sull’evento facebook: Pulmino Ignorante – Giochi del Calcio di Strada #Capo.

53. Come gestire una community sui social



Come si gestisce una community sui social che nasce per gioco e successivamente diventa un lavoro vero? Come si fa a mantenere viva l’attenzione e vincere la concorrenza? Sono più o meno questi i temi che trovate in questo podcast che vede come protagonista Samuele Maffizzoli di Calciatori Brutti. A metà giugno partirà il torneo di calcio di strada che porterà tutti gli appassionati di quei giochi che tutti gli appassionati di calcio da bambino hanno giocato – appunto – per strada. Ci si può prenotare attraverso il sito ufficiale dell’evento o attraverso l’app Ganiza, che ha reso possibile questa intervista.

Perché ascoltare questo podcast?

  • Per avere qualche suggerimento per gestire la propria pagina e community sui social
  • Quanto impattano gli eventi live? E le critiche, come si gestiscono? Samuele racconta alcune esperienza concrete

Piaciuto il podcast?

Se la risposta è si, non tenerti tutto dentro: vota e recensisci il podcast su iTunes.

Se poi non vuoi perderti neanche un podcast abbonati e ricevi i file direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui se usi iTunes, o usa il feed RSS se sei un utente Android (qui trovi una serie di player che puoi scaricare gratuitamente per sentire i podcast dal tuo smartphone).

Link utili

La citazione di Samuele

53.samuele_calciatoribrutti

 

Leggi la trascrizione del podcast