Il design tra i dati e le parole ma sempre per le persone

“UX/IA design: tra dati e parole” è l’evento che porterà domani, 6 ottobre, alle ore 18 da Innesta, l’incubatore e spazio di coworking di Messina, Yvonne Bindi e Carlo Frinolli.

I due, aiutati da Mauro Curcuruto e Francesco Stagno D’Alcontres nelle vesti di moderatori, parleranno di come, in un mondo caratterizzato da continui mutamenti dovuti all’avvento di internet e delle nuove tecnologie, lo Human-Centered Design riesca a creare soluzioni che aggiungano valore alla vita delle persone. Un modo per far comprendere che questo approccio, caratterizzato dall’analisi di bisogni, aspettative e modalità di interazione dell’utente, permette di migliorare la progettazione di prodotti, servizi, interfacce e spazi.

Per questo motivo “UX/IA design: tra dati e parole” si rivolge a studenti, startupper, imprenditori e a tutte le figure professionali che ruotano attorno al mondo della comunicazione, del design, del business e più in generale del digital. I partecipanti potranno così avere una visione d’insieme più chiara del mutamento in atto e migliorare le relazioni sia all’interno del proprio ambiente di lavoro che nel rapporto coi committenti.

I due relatori di "Ux/Ui design tra dati e parole" Yvonne Bindi e Carlo Frinolli

I due relatori di “Ux/IA design tra dati e parole” Yvonne Bindi e Carlo Frinolli

“UX/IA design: tra dati e parole” è organizzato da Startup Messina, in collaborazione con Innesta, Smartwork, Idib Group, UX Book Club – MessinaNois3.

L’incontro fa parte del WUD Tour, il percorso di appuntamenti che precedono il World Usability Day, in programma per il 9 novembre 2017 a Roma. Messina rientra quindi, come Bari e Perugia, tra le tappe che l’organizzazione di WUDRome ha scelto per accrescere la propria community in tutta Italia.

L’accesso a “UX/IA design: tra dati e parole” è gratuito ma è necessario registrarsi attraverso la piattaforma eventbrite.

Oppure guarda il video


foto, via.

Il crowdfunding per prendere il volo Iron Wings, ultima fatica di Naps team si svolge sui cieli di Messina ed è staff pick su Kickstarter



A Start Me Up prendiamo a cuore le campagne crowdfunding, sopratutto se sono di aziende amiche come Naps Team. Per questo motivo il nono podcast inizia parlando di Iron Wings, ultima fatica della casa di produzione di videogiochi messinese, che in questi giorni è impegnata in una campagna su kickstarter. «Iron Wings è un videogioco arcade che si ispira ai migliori titoli del genere lotta aerea» spiega a Start Me Up Domenico Barba, anima e braccio dell’azienda messinese.

Una storia di amicizia durante la Seconda Guerra Mondiale

La storia si svolge durante la Seconda Guerra Mondiale e ha per protagonisti due soldati, Jack e Amelia, le cui vicende personali si intrecceranno con fatti storici realmente accaduti. È importante sottolineare questo aspetto perché uno dei combattimenti del videogioco si svolge proprio sui cieli di Messina, «un tributo doveroso nei confronti della nostra città» dice Domenico. Sui cieli dello Stretto si è infatti svolta parte dell’operazione Husky che ha permesso agli Alleati di cacciare le truppe naziste dall’isola. Ma questa è solo una delle citazioni di un videogioco che è costruito con dovizia di dettagli e cura dei particolari.

Come contribuire al crowdfunding

Iron Wings è al centro di una campagna di crowdfunding su kickstarter: il goal è ambizioso 100 mila euro, ma nei primi giorni il Naps Team ha potuto contare su una folta schiera di appassionati (qualche giorno fa è arrivato il premio Staff Pick da parte del portale). Tutti possono contribuire: le donazioni vanno dai 5 ai 7.000 euro, con diverse ricompense (ad eccezione della donazione di 5 euro, vi portate sempre il gioco a casa). Cosa aspettate a fare la vostra parte?

La citazione di Domenico

Domenico Naps Team Iron Wings

Piaciuta la puntata?

Se la risposta è si, non tenerti tutto dentro: vota e recensisci il podcast su iTunes.

Se poi non vuoi perderti neanche una puntata abbonati e ricevi i file direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui se usi iTunes, o usa il feed RSS se sei un utente Android (qui trovi una serie di player che puoi scaricare gratuitamente per sentire i podcast dal tuo smartphone).

Un orecchio alla radio e le dita su twitter – #liveshow A partire dalle 22 su R.Street si parla di cicloturismo, CNR e Hashtag Battle!

Come ormai succede da un paio di mesi anche questo lunedì lo studio uno di Radio Street ospiterà Start Me Up live show, programma realizzato in collaborazione con Startup Messina. A partire dalle 22 quindi tutti sintonizzati sui 103.3 in FM se abitate a Messina altrimenti potete ascoltare lo streaming da radiostreet.it.

Questo lunedì si parte dal Sicycle bike tour, un’iniziativa promossa da SìCycle in collaborazione con il CTS Messina. Lino Ferrara e Domenico Siracusano, rispettivamente papà di Sìcycle e responsabile della sezione messinese del CTS, parleranno di Pedalando nella storia, uno dei primi esperimenti di cicloturismo che viene fatto in città. Partendo da questo appuntamento si parlerà delle future collaborazioni ma anche dei singoli progetti: SìCycle è un servizio di bike messenger che la community di startup Messina conosce bene, mentre il CTS non è nuovo a esperienze simili (pensiamo a Percorrere Antonello che ha mostrato il volto della città dello stretto con gli occhi di uno dei suoi cittadini più illustri).

Avremo anche Giovanni Pioggia e Luca Donato, che stamattina hanno inaugurato l’Unità di Ricerca CNR dedicata allo studio ed alla riabilitazione dei disturbi dello spettro autistico. La struttura ha sede presso l’ex Istituto Marino “Bosurgi Caneva” di Mortelle (Messina). Attraverso un servizio di ricerca e trasferimento tecnologico delle metodologie sviluppate in ambito scientifico, questa Unità si candida a svolgere un ruolo chiave per il territorio, consentendo l’implementazione di modelli innovativi di abilitazione.

confstampa_CNR

Un momento dell’inaugurazione del Centro

 

Parleremo anche dell’Italian Digital Day di Venaria che ha visto una partecipazione messinese indiretta. Si perché l’audio del video che è stato mostrato durante l’evento vede la firma di due ragazzi di Messina. Avremo modo di parlare di questo brano e di sentirne qualche nota.

Anche se ascolterete il programma in radio non dimenticate di avere un pc o uno smartphone con voi. Oltre ai soliti messaggi che potrete inviare sui social mettendo l’hashtag #suradiostreet e i messaggi whatsapp al 393.103.103.3 vi ricordo che fino alle 21 dell’1 dicembre la community Startup Messina è in piena hashtag battle. La competizione lanciata da Startup Weekend vede Messina in piena lotta con Toulon con un finale più aperto che mai (qui potete controllare la classifica in tempo reale). Capite bene che è necessario l’apporto di tutti: per questo motivo fin da ora vi ricordo che DOVETE twittare (vale solo twitter!) inserendo l’hashtag #swmessina. Valgono anche i retweet e non ci sono limiti. Anche grazie al vostro aiuto la città dello Stretto potrà arrivare in cima al mondo! Abbiamo già coinvolto nomi come Fiorello, Roy Pacy e Enrico Bertolino, che attraverso twitter ci hanno dato una mano, non vorrete mancare all’appello proprio voi!

Bene, adesso che avete finito di leggere questo posto andate a twittare e ci sentiamo stasera, alle 22 su radio Street Messina. Alla grande!

State twittando #swmessina? – #liveshow (podcast) Alle 22 nuovo appuntamento su Radiostreet Messina, senza perdere d'occhio l'Hashtag Battle

Mentre la community Startup Messina è impegnata a vincere l’hashtag battle (anzi se avete twitter andate subito e twittate qualcosa con #swmessina e se non avete un account twitter, fatevelo!) vi ricordo che stasera torna l’appuntamento live con Start Me Up su Radio Street Messina.

Ancora una volta si parlerà di Startup Weekend Messina ospitando i team che si sono portati a casa un premio. Avremo infatti il piacere di ospitare Riff Square, progetto classificatosi secondo e i ragazzi di Chic Truck che invece hanno riscosso maggior successo tra i presenti risultando la miglior startup secondo il pubblico. Si parlerà anche di nuovi appuntamenti come il Caffè delle idee, in programma per il 28 novembre a Reggio Calabria. Grazie a Giuseppe Rudi scopriremo cosa ci succederà sabato mattina dall’altra parte dello Stretto. Inoltre un bel po’ di notizie, news e opportunità che arrivano dal mondo dell’innovazione sociale e tecnologica.

Come al solito buona parte della trasmissione è in mano a chi ascolta: aspettiamo i vostri commenti e interventi su facebook e twitter. Tutti rigorosamente accompagnati dall’hashtag #suradiostreet. In alternativa potete affidarvi al numero whatsapp 393.103.103.3. Appuntamento quindi questa sera alle 22:00 (forse qualche minuto dopo) sui 103.3 in FM se abitate a Messina, oppure in streaming su radiostreet.it.

Alla grande!

Aggiornamento al 24 novembre

Se avete perso la diretta, potete ascoltare la puntata senza interruzioni pubblicitarie e musicali su youtube

Due ore per raccontare la Messina che innova Alle 22 su radiostreet.it per l'appuntamento in collaborazione con Startup Messina

A partire dalle 22:00 su radiostreet.it o i 103.3. in FM (se abitate in zona), Start Me Up – live show vi terrà compagnia con tutto quello che riguarda il mondo dell’innovazione che ruota attorno alla città dello Stretto. Per questo motivo la trasmissione è realizzata in collaborazione con Startup Messina.

Parleremo di #SmartME Parking, applicazione mobile che si occupa di monitorare lo stato dei parcheggi presenti in una città grazie alla rete messa in piedi dall’Ateneo attraverso il progetto di crowdfunding (#‎SmartME). In questi giorni SmartME Parking è in gara per App4Cities: dai dati alle applicazioni mobile, e potrebbe essere presentata nel corso di #SCE2015 – Citizen Data Festival. Ci facciamo spiegare tutto da uno dei suoi ideatori l’ingegnere Antonino Longo Minnolo del Centro Informatico Ateneo di Messina.
Ma avremo anche modo di festeggiare una vittoria per la community messinese perché avremo con noi in studio Fabrizio Bucalo, Giuseppe Gangemi e Daniele Pagano Dritto che si sono aggiudicati il contest nazionale Agos4ideas. I tre ragazzi, assidui frequentatori della fabbrica delle idee (incontri mensili dedicati al networking promossi da Startup Messina) hanno infatti superato gli altri concorrenti grazie a una applicazione che aiuta il lavoro delle aziende che si occupano di recupero crediti. Tra l’altro, sono venuti a conoscenza del concorso proprio grazie alla nostra rubrica Bacheca. Inoltre, come la scorsa puntata, avremo anche qualche riferimento al podcast che potete ascoltare (e scaricare) questa settimana on line, commenti ad alcune delle notizie più interessanti che arrivano dal mondo startupper e inizieremo a parlare dello Startup Weekend Messina!

In più ci sarete voi che con i vostri messaggi potete partecipare attivamente al programma proponendo domande, progetti o semplici considerazioni. Potete contattarci tramite mail a info@radiostartmeup.it o info@startupmessina.org, oppure durante la diretta al numero whatsapp 393 103 103 3. Ci sono infine le pagine facebook Start Me Up e Startup Messina, e i profili twitter @radiosmu e @startupmessina.

L’appuntamento è per questa sera alle 22 su radiostreet.it (o 103.3 in FM se siete in zona Messina). Una sola parola: siateci!

Start Me Up si sdoppia su Radio Street Messina Oltre al consueto appuntamento del fine settimana, ogni lunedì alle 22 radiosmu è su Radio Street

Ed è con un pizzico di orgoglio che annuncio che a partire da stasera Start Me Up raddoppia il suo appuntamento su Radio Street. Proprio così perché La Bella Stagione della Radio che ascolta Messina conferma l’appuntamento del fine settimana con la puntata del sabato sempre alle 13:50 mentre la domenica la replica si sposta alle 9:00. Ma non solo!

Start Me Up tornerà a essere un programma dal vivo con ospiti in studio! Tutti lunedì a partire dalle 22:00 sui 103.3 FM (in zona Messina) o in diretta streaming su radiostreetmessina.it si racconterà l’innovazione con un occhio particolare alla città di Messina e ciò che la circonda. Questa edizione locale è realizzata infatti in collaborazione con Startup Messina e vuole dare spazio a tutte le realtà cittadine che si occupano di innovazione e tecnologia, con un ampio approfondimento con i protagonisti che ogni lunedì occuperanno lo studio di via Garibaldi 318 a Messina.

Tutti sono invitati a partecipare attraverso i social (sapete già dove trovare radiosmu su Facebook e Twitter), ma anche attraverso whatsapp al numero della radio 393 103 103 3.

Si inizia proprio stasera con quei gran fighi del FabLab Messina che per giorno 1 ottobre hanno organizzato Open day – Ricicliamo per la Stampa 3D, evento focalizzato sull’uso di filamento riciclato per la stampa 3D. Numerosi ospiti interverranno per l’occasione e avremo modo di parlarne stasera: i più curiosi possono trovare tutte le informazioni qui. Oltre al FabLab verrà dato spazio all’Università di Messina, alle attività di DHLabs e tanto altro ancora. Non perdete l’appuntamento di stasera alle 22:00 su radiostreetmessina.it per due ore di pura innovazione tecnologica e sociale. Alla grande!

lettidacolapesce – il social wall di letti di notte Raccogliamo le tracce della serata di sabato seminate nei vari social

Gran bella serata quella vissuta sabato scorso da Colapesce. Siamo stati lì per letti di notte come vi avevamo preannunciato dalle pagine di questo blog.

Adesso cerchiamo di fare un po’ il punto raccogliendo tutte le tracce social che sono state lasciate con l’Hashtag lettidacolapesce, per rivivere almeno virtualmente quei momenti.

Un grazie doveroso oltre ai ragazzi della libreria va anche a Agromobile e Donnafugata che hanno sostenuto l’evento e la Nuova & Nuova compagnia dei Giovani che ha curato il reading e Mimì Sterrantino che con la sua musica ha chiuso in maniera superlativa una serata magnifica.

Start Me Up #1: Speciale Me&Sea Start Me Up raddoppia e ogni settimana dedica una puntata a Me & Sea

Tra il 29 e il 31 maggio Messina vivrà Me & Sea, un progetto realizzato da Elena Bonaccorsi attraverso l’associazione di cui fa parte, Feel Land. Durante gli ultimi giorni di Maggio a Messina è prevista una serie di eventi che intendono valorizzare il mare e il rapporto che gli abitanti hanno con esso. Me&Sea si ispira alla Giornata Europea del Mare che dal 2008 la UE celebra ogni anno in una città del Vecchio Continente. In realtà si è andati oltre la semplice ispirazione perché l’evento messinese è gemellato con le celebrazioni ufficiali che quest’anno si svolgono a Pireo, in Grecia.

Start Me Up è media partner dell’evento e intende guidare tutti gli ascoltatori su quello che succederà nella città dello Stretto tra il 29 e il 31 maggio con un podcast settimanale che verrà pubblicato il martedì. Settimana dopo settimana incontreremo i protagonisti di Me&Sea che ci racconteranno come vivono il loro rapporto con il mare e il loro ruolo all’interno della manifestazione.

Questa prima puntata segna l’inizio di questo viaggio e non potevamo che partire da colei che ha pensato tutto ciò: Elena Bonaccorsi. È lei la prima ospite di questa serie speciale di podcast e a lei l’onere di raccontare gli eventi e gli appuntamenti di Me&Sea. Successivamente spazio ai due partner istituzionali dell’evento. Da una parte c’è infatti la Lega Navale di Messina, nella cui sede si svolgeranno buona parte delle attività dei tre giorni di Me&Sea. Ne parliamo con il presidente Carmelo Recupero, che spiega anche cosa fa la Lega Navale durante tutto l’anno.

La parola passa poi all’altro partner di Me&Sea, Slow Food Valdemone. L’ospite è Rosario Gugliotta, presidente di Slow Food Sicilia e l’intervista è ovviamente incentrata sulla pesca e il cibo. Anche il presidente Gugliotta racconta ai nostri microfoni le attività dell’associazione, dando risalto ai due appuntamenti pensati appositamente per Me&Sea: i laboratori del gusto e le degustazioni.


#10.radiosmu del 12 febbraio WIAD 2015 a Palermo, Timerepublik all'Unime e Fareinnovazione nella cultura

La decima puntata di start me up è bella succosa. Non uso termini a caso perché credetemi è stata una vera fatica contenere la mole di informazioni che i miei ospiti hanno gentilmente dispensato in questa puntata di radiosmu. Andiamo con ordine. Si parte da ciò che verrà e cioè il WIAD 2015 che per la prima volta si svolgerà a Palermo. A organizzarlo sono i ragazzi di Push, startup palermitana che chi segue questo programma conosce bene (anche solo per la mia personale ammirazione verso ognuno di loro). Ho il piacere di parlare con Domenico Schillaci che si sta occupando proprio dell’organizzazione e mi racconta tutto quello che sta dietro all’evento, all’architettura dell’informazione e alla felicità.

Karim Varini, founder di Timerepublik durante la conferenza stampa

Karim Varini, founder di Timerepublik durante la conferenza stampa all’università di Messina

Passo poi in casa, perché come avevo anticipato la volta scorsa, Timerepublik ha firmato l’accordo con l’Università di Messina. In virtù di questa partnership tutti gli studenti dell’ateneo messinese possono utilizzare la piattaforma per offrire e ricevere servizi in cambio di tempo. La startup svizzera ha creato una sezione dedicata agli studenti di Messina su timerepublik.com/unime. Infine faccio un po’ il punto su FAREINNOVAZIONE che, come forse sapete dal riepilogone della volta scorsa e dal profilo twitter del programma, è giunto al secondo incontro. Questa volta si è parlato di cultura e beni comuni. Vi dicevo che in questa puntata faccio un po’ il punto della manifestazione, ma certamente da solo non potrei. Per questo motivo ho ospitato al telefono Fulvia Toscano, direttore artistico di Naxos Legge che insieme a Smartwork srl è tra gli organizzatori dell’intero ciclo di incontri.

Una puntata da ascoltare tutta d’un fiato e come sempre, ad alto tasso di innovazione.


Start Me Up è su Radio Street Messina Da sabato 17 gennaio Start Me Up è in FM a Messina e Provincia

Messaggio per tutti quelli che abitano a Messina
Dal 17 gennaio potrete ascoltare Start Me Up anche su Radio Street Messina (103.3 FM)! L’emittente messinese trasmetterà infatti ogni sabato alle 13:50 il podcast del vostro programma preferito!

Sono molto contento e voglio ringraziare pubblicamente tutto lo staff della radio per aver deciso di ospitare la mia trasmissione. Un passo che mi permette di raggiungere quella fetta di pubblico che non ha ancora molta dimestichezza con il podcast e cercare di contagiare anche loro con il germe dell’innovazione.

Messaggio per tutti quelli che vivono fuori Messina

Se volete sentire Start Me Up sulla vostra radio in fm, fatemelo sapere attraverso il modulo dei Contatti!