Perché chi ha un’idea d’impresa dovrebbe leggere “Da cosa nasce cosa”

Non so quando o perché ho deciso di inserire Da cosa nasce cosa di Bruno Munari nella mia lista pubblica di libri da leggere. Forse ne ho letto un estratto da qualche parte e avevo deciso che doveva rientrare nella mia biblioteca personale. L’incoscienza a volte ci azzecca e nonostante io non sia un designer questo libro mi ha divertito e per certi versi l’ho trovato utile per il mio lavoro.

Un libro sulla creatività

copertina libro Munari Da cosa nasce cosaSe ho deciso di parlare di Da cosa nasce cosa di Bruno Munari per dare il via alla rubrica sui libri di Start Me Up è perché questo è un libro sulla creatività. Vuoi poi per la scrittura leggera, vuoi per la semplicità delle argomentazioni Da cosa nasce cosa è a mio avviso un must per chi risolve problemi per lavoro. L’intento di Munari è quello di insegnare le basi della progettazione di cose alla portata di tutti, che risolvono problemi reali. Perché “se si impara a risolvere piccoli problemi si può pensare di risolvere poi problemi più grandi.” Munari spiega tutto in maniera lineare e attraverso modelli molto semplici. Su tutti, lo schema di risoluzione di un problema a mio avviso andrebbe appeso sul muro di ogni agenzia che progetta soluzioni per qualsiasi tipo di cliente.

La regola fondamentale che sta dietro ogni progetto: semplificare.

C’è anche un paragrafo dedicato all’importanza di semplificare. “Semplificare è un lavoro molto difficile e richiede molta creatività. Complicare è molto più facile”. Ora quanti di voi hanno progettato una app o un servizio, pensandoci di farci una startup, mettendoci dentro decine di funzioni? E adesso, pensate a quante cose o servizi usate proprio perché sono semplici da utilizzare? E, attenzione se non siamo capaci di capire quanto difficile sia semplificare è perché, per natura, è difficile quantificare il lavoro progettuale che c’è dietro a un oggetto o servizio che funziona bene. Sarà capitato a tutti, davanti a un nuovo oggetto che fa qualcosa di semplice esclamare: “Ma questo lo sapevo fare anche io”. La risposta migliore la dà Munari:

“quando qualcuno dice
questo lo so fare anch’io
vuol dire
che lo sa rifare
altrimenti lo avrebbe
già fatto prima”.

E qui capite quanto la novità rappresenti, almeno per alcuni campi, un reale vantaggio competitivo.

Anche se nasce per designer, Da cosa nasce cosa è perfetto per chi ha un’idea e vuole farci un’impresa. Il testo giusto, che ti induce a dubitare delle cose giuste e a porti le domande corrette. Servono altri motivi per pensare di doverlo leggere?

foto di copertina Chris Benson, via Unsplash

A Matera l’Academy per le imprese creative

Casa Netural lancia la sua Academy: 12 corsi su altrettanti argomenti, tutti mirati alla gestione di una impresa che ruoti attorno ai temi dell’innovazione sociale, culturale e creativa. I temi trattati andranno quindi dal come progettare insieme alle comunità di riferimento al tipo di storytelling da adottare per un racconto coerente sui social media. Nel mezzo ci saranno laboratori sulla comunicazione verbale e non verbale e temi più tecnici come riuscire a creare una startup da un progetto di sharing economy.
Questi, in maniera molto sommaria i vari corsi che si svolgeranno tra il 17 febbraio e il 10 novembre 2018 a Casa Netural, a Matera. Ognuno potrà decidere a quali e a quanti corsi partecipare, grazie alle formule che gli ideatori della Netural Academy hanno immaginato. Potete trovarli, così come il dettaglio di tutti i corsi, sul sito benetural.com.

Disegnare progetti culturali con le comunità.

Si inizia con Disegnare progetti culturali con le comunità, un corso incentrato sullo sviluppo di progetti su scala locale che “intendano mettere la cultura al centro della community-life”. Il Mentor è Francesco Caldarola, Co-founder di UFFA e Relations & Development per Matera 2019. Le iscrizioni per questo corso si chiudono il 10 febbraio 2018.

Cosa è l’incubatore Netural?

La Netural Academy nasce come progetto parallelo dell’Incubatore Netural, un percorso formativo teorico e pratico di analisi e sviluppo di un’idea imprenditoriale e creativa. Nasce e si tiene a Casa Netural, una casa appunto, a Matera, che aggrega persone da tutto il mondo, in cui ispirarsi, rigenerarsi e concretizzare le proprie idee attorno ai temi dell’innovazione sociale, culturale e creativa. Dal 2014 l’incubatore ha permesso la nascita di 26 progetti di impresa, tutti votati al sociale e/o alla creatività. Con il sostegno di di Funder 35 e Fondazione Con il Sud l’incubatore è stato migliorato ed è pronto a accogliere nuovi progetti e idee. L’incubatore è solo uno dei servizi offerti da Casa Netural che a Matera offre spazi di coworking e coliving (un po’ ne abbiamo parlato negli anni passati).

Per maggiori informazioni: benetural.com.